martedì 27 settembre 2011

Attacker You! Vol.01

Autore: Jun Makimura
Editore: Star Comics
Volumi totali: 3

Iniziato il: 27 settembre 2011
Terminato il: 27 settembre 2011
Valutazione: ★★★



Per il mio primo tentativo serio di leggere qualche manga ho scelto una storia con la quale credevo di avere maggiori possibilità di andare sul sicuro: Attacker You! è infatti la versione cartacea del cartone animato "Mila e Shiro. Due cuori nella pallavolo" che ha allietato i miei pomeriggi da bambina. In effetti l'ho trovato molto carino, anche se continuo a provare un senso latente di incomprensione nei confronti di questo genere di fumetto. Sicuramente è colpa mia, ed è una questione di "ottusità culturale", nel senso che non riesco a comprendere alcuni atteggiamenti e comportamenti dei personaggi che sicuramente sono legati alla cultura giapponese.

Questo primo volume racconta la storia di Yu, che trasferitasi in città con il padre, si iscrive nella scuola locale dove si trova subito al centro dell'attenzione a causa della sua altezza, molto superiore rispetto alla media delle sue compagne. Un giorno, per caso, Yu viene coinvolta in una partita di pallavolo a scuola e, pur non avendo mai giocato, dimostra subito un ottimo potenziale. Al termine della partita, viene avvicinata dall'allenatore del club di pallavolo della scuola, uno dei più forti del giappone (non avevo dubbi! ^_^), che le propone di partecipare agli allenamenti della squadra, l'Hikawa. Per Yu non sarà facile farsi accettare dalle nuove compagne, e troverà immediatamente un'avversaria agguerrita in Nami, il capitano, che la renderà cosciente del grande spirito di sacrificio necessario per poter essere parte della squadra. Dopo mesi di allenamenti Yu riesce finalmente ad entrare in prima squadra e grazie a lei e a Nami, le Hikawa arrivano alle semifinali del Torneo Nazionale di Pallavolo delle scuole medie.

Quello che sicuramente piaciuto leggendo il manga è stato ritrovare tutti i personaggi del cartone animato di Mila e Shiro, anche se alcuni con nomi diversi; inoltre mi ha fatto molto ridere l'aver notato che anche nel fumetto le palle diventano ovali!!! ^_^ I disegni sono poi molto, molto belli: questo è l'unico punto sul quale i manga incontrano più spesso il mio gusto rispetto ai fumetti occidentali, perchè mi piacciono da impazzire quegli occhioni grandi e languidi e quell'effetto "ciccioso" tipico del disegno giapponese. Ciò che mi ha lasciata perplessa è invece lo scorrere del tempo, che ammetto mi ha mandata spesso in confusione, facendomi ritrovare ogni tanto a scorrere indietro le pagine per vedere se per caso mi fossi persa un pezzo.

Nessun commento:

Posta un commento