lunedì 16 marzo 2015

Recommendation Monday, #2


Buon inizio settimana a tutti! Oggi purtroppo è lunedì ma fortunatamente c'è il Recommendation Monday, rubrica gestita dal blog Una fragola al giorno, che ci rallegra la giornata e ci permette di scoprire nuove letture. Il tema di oggi è il seguente:

Consiglia un libro che ti ha commosso/emozionato

Il primo che mi è venuto in mente è L'eleganza del riccio di Muriel Barbery, visto che ne stavo proprio parlando ieri con un'amica: è l'ultimo libro che mi ha fatto piangere calde lacrime di commozione. Purtroppo sul blog non c'è la recensione perché l'ho letto in uno dei miei "periodi no" in cui il blog è rimasto abbandonato a sé stesso...

L'ELEGANZA DEL RICCIO
di Muriel Barbery

Siamo a Parigi in un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Invece, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta, che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese. Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del su tredicesimo compleanno, per l'esattezza). Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre.
Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro, si incontreranno solo grazie all'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico, doloroso segreto.

20 commenti:

  1. Mannaggia, l'ho comprato una vita fa ma devo ancora leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io l'ho tenuto in libreria per due o tre anni prima di leggerlo: mi sembrava che il momento giusto non arrivasse mai.
      Sarei curiosa di sapere cosa ne pensi!!

      Elimina
  2. Non l'ho mai letto, non mi ispira granché..non so perchè!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto molti pareri contrastanti su questo romanzo: alcuni l'hanno amato, altri l'hanno trovato spocchioso e saccente. A me è piaciuto davvero tanto però mi rendo conto che è uno di quei libri che non accettano vie di mezzo: o ti prendono oppure non li sopporti!

      Elimina
  3. Sembra un libro davvero interessante SiMo, e il titolo mi piace moltissimo.
    Non conosco ne il libro ne l'autrice ma sembra davvero da leggere.
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arwen! Buona settimana anche a te. Strano che tu non l'abbia mai sentito: è stato un bestsellerone :D all'epoca della pubblicazione, lo leggevano tutti... e infatti come sempre io l'ho letto otto anni dopo!!! XD XD

      Elimina
  4. Avrò avvistato qualche titolo in libreria centinaia di volte, eppure, per qualche motivo, non mi sono mai soffermata a leggere la trama... male, a quanto pare, ho fatto molto male! :(
    Dovrò rimediare alla prima occasione! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono d'accordo!! ;D Merita almeno un'occasione (e poi offre tanti spunti per altre letture).

      Elimina
  5. E' un titolo che incuriosisce tantissimo mia madre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il titolo è particolare... e ha un senso ben preciso che si capisce leggendo il romanzo!

      Elimina
  6. Ciao Simo! Grazie per esserti unita al mio blog! Hai un blog davvero bellissimo!
    Impegni permettendo verrò a trovarti il più spesso possibile!
    Di questo libro ne ho sentito parlare benissimo ^^ Prima o poi lo leggerò!
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, anzi, grazie mille per il commento e i complimenti, sei carinissima!! A presto allora!

      Elimina
  7. Bel titolo, bel libro, ma non sono riuscita a commuovermi così tanto, anzi alcune volte le emozioni erano come raffreddate dalle riflessioni decisamente razionali e filosofeggianti di Renèe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho pianto alla fine... voglio evitare di fare spoiler ma se l'hai letto sai perfettamente quello che succede e non me l'aspettavo minimamente! Mi ha preso talmente alla sprovvista che ho chiuso l'ultima pagina e sono rimasta lì sul divano come una scema a piangere!! ^_^ ^_^ Poi io sono una dalla lacrima facile, quindi mi basta poco!!! XD XD

      Elimina
  8. Vengo dal linky party de Il Rifugi. Complimenti per il tuo blog perche é molto interesante.
    Ti aspetto: http://www.redecoratelg.com
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille per essere passata e per il commento!! ^_^ Vengo subito a fare un salto nel tuo blog!

      Elimina
  9. Ciao SiMo!! Questo romanzo mi aveva attirato moltissimo qualche tempo fa, poi avevo sentito parecchie critiche negative e mi sono scoraggiata.. Ma penso che lo prenderò prima o poi, visto che da MondoLibri mi avevano regalato il dvd del film ispirato proprio a questo romanzo e non l'ho ancora guardato perché prima penso sia giusto leggere il libro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alenixedda! Nei romanzi per fortuna la soggettività rimane sempre l'elemento più importante: il libro più criticato può essere il più bello del mondo mentre quello più osannato può sembrare un'inutile accozzaglia di parole!!

      Elimina
    2. Hai proprio ragione!! Lo prenderò in biblioteca, così se non dovesse piacermi non ci rimango male, e se invece mi piacerà lo potrò regalare a mia mamma!! ;-)

      Elimina
    3. Esatto, anch'io faccio lo stesso ragionamento: ormai compro solo libri di cui sono sicura, altrimenti li prendo in biblioteca e se mi piacciono talmente tanto da volerli avere me li compro dopo averli letti. Da quando faccio così mi sono resa conto che la qualità della mia libreria a casa è migliorata tantissimo: ci sono solo bei libri (o almeno, belli per me ;D).

      Elimina