venerdì 5 febbraio 2016

Appuntamento a Teatro: "Il ballo" di Irène Némirovsky al Franco Parenti

Dopo aver visto a teatro l'opera tratta da "Le Notti Bianche" di Dostoevskij (sulla quale giuro scriverò un post questo weekend) ho iniziato a provare un desiderio impellente di tornare a teatro: l'empatia che si crea con gli attori, l'atmosfera di totale rapimento che si respira tra il pubblico e la genuinità della rappresentazione che non può nascondersi dietro a trucchi cinematografici sono tutti aspetti che mi hanno stregato e ho deciso di iniziare questa nuova rubrica - che potrà avere anche deviazioni verso altre arti ("Appuntamento al Museo" potrebbe essere una delle prossime) - in cui parlarvi degli spettacoli o delle mostre a cui ho assistito o segnalarvi degli eventi particolarmente interessanti, meglio se legati ai libri. Abitando a Milano la maggior parte delle mie segnalazioni riguarderanno naturalmente la mia città e le zone circostanti, ma non escludo di poter segnalare qualche evento particolarmente interessante anche in altre città.

L'OPERA TEATRALE


Il ballo
Liberamente ispirato a Il ballo di Irène Némirovsky
Racconto di scena ideato e interpretato da Sonia Bergamasco

Da martedì 9 febbraio a domenica 6 marzo
al Teatro Franco Parenti
ingresso 33,50 EURO
(11,50 per gli iscritti alla newsletter Adelphi!!!)

maggiori informazioni qui



IL ROMANZO

Il ballo ha la perfezione esemplare di un piccolo classico, poiché riesce a mescolare, pur nella sua brevità, i temi più ardui: la rivalità madre-figlia, l’ipocrisia sociale, le goffe vertigini della ricchezza improvvisata, le vendette smisurate dell’adolescenza – che passano, in questo caso eccezionale, dall’immaginazione alla realtà. Perché è proprio una vendetta, quella della quattordicenne Antoinette nei confronti della madre: non premeditata, e per questo ancora più terribile. In poche pagine folgoranti, con la sua scrittura scarna ed essenziale, Irène Némirovsky condensa, senza nulla celare della sua bruciante crudeltà, un dramma di amore respinto, di risentimento e di ambizione.

2 commenti:

  1. Il libro che ha conquistato mio marito alla lettura.
    Io AMO la Nemirovsky, mi piacerebbe vedere quest'opera a teatro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, se fossi più vicina... ma la vedo un po' dura!! ;) Comunque io sono molto, molto curiosa di leggerla, ne sento parlare benissimo da anni e continuavo a ripromettermi di farlo senza mai decidermi: stavolta finalmente è arrivata l'occasione giusta!!

      Elimina